Lunedì ore 15.00, 14 Febbraio, anno 2000

Conoscere FireWire


Capitolo 1

La tecnologia FireWire è stata messa a punto da Apple agli inizi di questo decennio ed è stata ratificata come standard IEEE nel 1995 (IEEE 1394). Con oltre 6 milioni di video camere digitali vendute nel mondo negli ultimi tre anni, FireWire sta rivoluzionando la produzione di video digitali dal desktop, consentendo la realizzazione di filmati di elevato livello professionale a costi accessibili. Le porte FireWire predisposte su tutti i Power Macintosh G3 e G4 consolideranno questo trend, garantendo ai nuovi minitower le capacità audio/video necessarie.

Lo standard FireWire è stato scelto, oltre che da Microsoft e Intel già dotate di tale tecnologia, quale soluzione multipiattaforma per incrementare l'offerta di dispositivi multimediali consumer quali set-top box, VCR digitali, lettori DVD e TV digitale di prossima generazione. I dispositivi Firewire possono essere collegati direttamente a computer acceso oppure più computer possono essere connessi con modalità firewire e condividere le periferiche in un piccolo gruppo di lavoro.

FireWire (come originariamente definito da Apple), a volte chiamato anche IEEE 1394 (la definizione dello standard industriale), o come i.LINK (la redifinizione del marchio che Sony ha voluto), è una interfaccia seriale per collegare periferiche di computer, specialmente quelle ad alta velocità come video-registratori, registratori audio e dispositivi di storage esterni. La velocità limite teorica in funzione della banda passante di una interfaccia FireWire è di 400 Mbps, corrispondenti a 50 MB al secondo, quantunque la velocità effettiva sia inferiore.

Il bus FireWire è auto-alimentato (le periferiche FireWire possono prelevare l'alimentazione direttamente dal bus del computer, eliminando così la necessità di avere un alimentatore esterno). Si auto-configura automaticamente (non richiede di avere una porta ID e un terminatore) ed è hot-swappable (si può collegare o scollegare a computer accesso senza dover quindi riavviare il computer e utilizzare subito il dispositivo che monta sulla scrivania).

FireWire ha sostituito l'interfaccia SCSI come standard Apple per collegamenti hi-speed a partire dal Power Mac G3 blu. Sul mercato sono ste introdotte schede PCI e PCMCIA Card che possono aggiungere porte FireWire a Power Macs PCI e PowerBook G3, rispettivamente.

Video-registratori FireWire Digital Video (DV), macchine fotografiche digitali e convertitori di segnali video da analogici a digitali sono già disponibili, con altri dispositivi come hard disk, magneto-ottici, rimovibili ad alta capacità, drive a nastro, CD/DVD e stampanti prossimi a venire.

Connettività base

Driver
La versione 2.2.2 del driver FireWire di Apple (con FireWire Enabler e Support extensions) è disponibile online o fornita come standard con il Mac OS 9, richiede almeno Mac OS 8.6.
L'estensione FireWire Support Extension offre i servizi di base richiesti per l'uso di hardware e software FireWire. Il FireWire Enabler aggiunge un supporto specifico per alcune interfacce FireWire, come la versione 2.1. L'Enabler supporta direttamente solo l'Apple FireWire PCI Card, l'interfaccia FireWire interna del PowerMac G3 bianco e blu e la FireWire 2 Go PC Card di Newer Technology.

Hub, Repeater e Cavi
Un cavo FireWire non può superare i 15 metri di lunghezza e ha normalmente ai capi 2 tipi di connessione, una con connettori a 6-pin (2 conduttori per i dati e due conduttori per l'alimentazione) ed un'altra, usata solo per i dati, con con connettore a 6-pin da un lato e 4-pin dall'altro. Stazioni Repeater (sino ad un massimo di 16), possono essere aggiunte per il collegamento dei cavi, onde aumentare la lunghezza della connessione. L'uso di Hub evita di dover collegare a catena le periferiche FireWire ed, inoltre, mediante gli hub è possibile fornire alimentazione alle periferiche FireWire. In un Network FireWire è possibile collegare sino a 63 dispositivi.

Continua.....