Giovedì ore 7.45, 23 Novembre, anno 2000

Quali sono le differenze tra le applicazioni Carbon e Cocoa in Mac OS X? (Parte 1)


a quando è stata rilasciata la versione beta di Mac OS X, molti si sono chiesti quale sia la differenza tra le applicazioni Carbon e Cocoa. Fondamentalmente le applicazioni Cocoa sono scritte ex-novo espressamente per Mac OS X, mentre le applicazioni Carbon usano i codici di OS 9, riscritti con Carbon API.



Entrambi i gruppi di applicazioni possono sfruttare le avanzate potenzialità offerte dal sistema operativo di prossima generazione di Apple come: protected memory space, preemptive multitasking e l'interfaccia Aqua.

Perchè il nuovo sistema operativo abbia veramente successo e possa raggiungere una importante diffusione, Apple ha bisogno che gli sviluppatori scrivano le loro applicazioni in modo nativo per Mac OS X. Carbon rappresenta un modo semplice e rapido di trasformare le loro applicazioni "Classic". Secondo quanto afferma Apple, gli sviluppatori che usano Carbon API possono fare applicazioni Carbon, modificando solo dal 10 al 30% dei codici esistenti.

In pratica con Carbon, sarà possibile portare le migliaia di applicazioni realizzate per Mac negli ultimi anni, alla totale compatibilità sulla nuova piattaforma Mac OS X in modo molto rapido.

E' da evidenziare però che con Cocoa è possibile accedere ad una quantità di nuove moderne capacità e potenzialità offerte da Mac OS X, che non quanto è possibile ottenere con Carbon.

Lo vedremo nella prossima puntata.....


Venerdì ore 7.45, 24 Novembre, anno 2000

Quali sono le differenze tra le applicazioni Carbon e Cocoa in Mac OS X? (Parte 2)


ice Ken Bereskin, Direttore del Marketing di Mac OS alla Apple: "Uno sviluppatore che Carbonizza la sua applicazione ha un compito minimale ottenendo, come risulatto, tutte le capacità di base di Mac OS X, in termini di un moderno sistema operativo con interfaccia Aqua. Ma si ferma lì non potrà raccogliere tutti i frutti che la nuova avanzata tecnologia di Mac OS X può offrire."

"Nuovi concetti, come Services e Font Panel, ed un limitato numero di altre cose non hanno alcun equivalente API in Mac OS 9. Le applicazioni Carbonizzate devono compiere un importante lavoro. Certamente non possono ottenere tutto per niente. Alcune particolarità come il multithreading interno, richiede ai programmatori di aggiungere nuovi codici per potervi accedere."



Prosegue Bereskin:"Per concludere, abbiamo potuto aggiungere nuove tecnologie in Mac OS X, per avere le applicazioni Cocoa avantaggiate da questi benefici in modo gratuito. Gli sviluppatori dovranno effettuare una revisione delle loro applicazioni per sfruttare i vantaggi delle nuove API Apple."

Apple assicura che, offrendo agli sviluppatori il frameworks Cocoa, ogni applicazione reagisce e si comporta allo stesso modo. Non v'è dubbio che questa strutturazione offra agli sviluppatori la capacità di mettere assieme applicazioni con accesso alle caratteristiche di Mac OS X.

Gli sviluppatori Cocoa possono così essere almeno 10 volte più efficienti e più produttivi, nel loro compito di sviluppare applicativi. Qualora in futuro Apple decidesse di rilasciare Mac OS X per la piattaforma x86 o altre piattaforme, i programmi sviluppati con Cocoa funzioneranno anche sulla nuova piattaforma. Già si parla in giro delle possibilità di Mac OS X su x86 e molti vorrebbero che questo succeda.

Sul sito Web Apple è possibile trovare un elenco con tutte le applicazioni ottimizzate Classic e Mac OS X.

Torna all'inizio della pagina



Per maggiori informazioni contattare MacSecrets via E-Mail

info@macsecrets.com

Copyright © 1997/2000-MacSecrets.com
Tutti i diritti sono riservati
Editorial Director: Giancarlo Bonetti
Per una leggibilità ottimizzata si consiglia l'installazione dei Font MacSecrets